7° Giornata B1 Femminile: Conad Alsenese - AcciaiTubi Picco Lecco

Sei su Sei! Sei partite disputate e sei vittorie per l’AcciaiTubi Pallavolo Lecco Alberto Picco che, dopo un avvio in salita, mette in campo una prestazione di squadra e vince, in rimonta, una partita tutt’altro che facile e scontata sul campo della Conad Pallavolo Alsenese per 1-3 (25-17, 23-25, 21-25, 23-25). Le biancorosse in avvio di gara faticano molto a contenere una formazione di casa determinata a vendere cara la pelle, che ha sfoderato un’ottima prestazione, soprattutto in ricezione. E’, infatti, a favore delle padrone di casa il primo parziale dell’incontro: le alsenesi partono subito forte e nella parte centrale del set allungano portandosi prima sul 21-14, vincendo poi per 25-17. Nel secondo set le biancorosse reagiscono (da segnalare l’entrata in campo di Giada Bianchi in sostituzione di Francesca Dalla Rosa, uscita a causa del riacutizzarsi di un problema fisico) e prendono in mano l’incontro vincendo il parziale.  Anche il terzo e quarto set, sono a favore della Picco Lecco che, solamente nel finale, sul punteggio di 18-24 fatica a chiudere l’incontro. È della giovanissima Giada Bianchi il punto che chiude la partita e permette alle ragazze di coach Milano di vincere l’incontro. Top Scorer del match Martinelli (17 punti) seguita da Bianchi (15) e Lancini (14).

Una partita tutt’altro che scontata, e una vittoria importante quella di ieri sera: i 3 punti conquistati consentono infatti all’AcciaiTubi Pallavolo Lecco Alberto Picco di consolidare il primato in classifica e proseguire con un margine di 3 punti sulla diretta inseguitrice.

 

Di seguito le interviste a fine gara di Arianna Lancini, Stefania Dall’Igna e Gianfranco Milano:

 

Lancini: «Noi siamo partite un po' contratte e loro ci hanno messo subito sotto pressione. Nel primo set non siamo state capaci di reagire ma poi c'è stata una reazione di squadra, nonostante loro abbiano fatto una buona partita, e siano rimaste sempre combattive. Tre punti importanti e non scontati. Sono contenta che mia sorella abbia giocato una buona partita… la ho vista cresciuta.»

 

Dall’Igna: «Stiamo imparando a soffrire. È stata una partita molto difficile e sempre in salita. La nostra battuta ha punto solo a tratti e abbiamo commesso più errori del solito perdendo spesso il bandolo della matassa anche nei momenti del set in cui eravamo avanti. Dal secondo set abbiamo giocato con un assetto diverso modificando un po’ il nostro gioco. Un plauso a Giada, entrata su Dalla Rosa, per il lavoro fatto, cominciando a macinare campo ci potrà dare una grossa mano. Dobbiamo diventare più ciniche nei momenti clou del match, più aggressive e avere molta più fiducia nei nostri mezzi. Detto ciò bravissime noi a strappare un risultato pieno!».

 

Milano: «Partita non semplice: sin dai primi palloni ci siamo accorti di non aver la giusta condizione e il giusto atteggiamento per poterle impensierire. Dopo aver perso il primo set abbiamo dovuto rinunciare a Dalla Rosa e abbiamo iniziato a far meglio attraverso una spinta emotiva e di gioco. Siamo migliorati in tutti i fondamentali, vincendo il secondo set in maniera sofferta, inoltre loro hanno iniziato a essere in difficoltà. Vinto il terzo parziale, il quarto l’abbiamo affrontato bene, creando un allungo importante fino all’inceppamento sul nostro 24. Siamo molto contenti di ciò che abbiamo fatto e di aver portato i tre punti, si tratta di un risultato gratificante. Nessuna partita è scontata, dobbiamo affrontare le squadre sempre con grande aggressività e spinta. Sono sicuramente due aspetti da migliorare prossimamente».


Last update: 2019-12-01 11:45